Bistecchiera a Gas

Bistecchiera a Gas

Quando si parla di cottura di hamburger, bistecche, verdure o pesce una bistecchiera a gas deve avere a prescindere dal suo materiale di costruzione, il uso tratto distintivo nell’anti-aderenza.

Le migliori Bistecchiere a Gas del mercato

Come scegliere la griglia a gas ideale?

La prima cosa a cui dovresti pensare è l’uso che stai per fare della griglia. Fondamentalmente ci sono due tipi di usi, abbiamo le griglie per un uso “domestico” o “professionale”

Perchè dovrai tener conto di almeno due fattori di scelta di base al momento dell’acquisto.

Primo: il tipo di cibo che stai per cucinare e la sua dimensione, per scegliere opportunamente le dimensioni della griglia, in modo da poter cuocere contemporaneamente una quantità maggiore o minore di cibi.

Un altro aspetto importante è la posizione della griglia nella tua casa. Dal momento che puoi pensare di usarla all’interno della cucina o all’esterno su una terrazza.

Quali sono i vantaggi delle bistecchiere a gas?

Quali sono esattamente i vantaggi che portano all’acquisto? Prima di tutto è la velocità  e facilità di accensione. Basta premere un pulsante e attendere circa 5 minuti per iniziare. Questo aiuta a rendere il compito di cucinare più veloce e quindi avere molto più spazio per l’improvvisazione.

Per alcuni, un barbecue è associato al produrre parecchio fumo. Il fumo non è spiacevole per molte persone, ma per coloro a cui non piace, i barbecue a gas sono perfetti. Non lo generano durante l’accensione o durante la cottura, il che li rende molto più graditi.

Le bistecchiere a gas si distinguono per essere più efficienti ed economiche rispetto a quelle a corrente elttrica. Quindi il risparmio in bolletta è assicurato. Oltre al fatto che preservano gusti e sapori originali.

Un altro aspetto è la pulizia della griglia. L’anti-aderenza assicura una pulizia molto più comoda e semplice.

La disponibilità in qualsiasi momento della giornata, poiché non è necessario bruciare legna o carbone. Ciò ti consente di cucinare molto rapidamente e con meno pericolo rispetto ad altri tipi di griglie.

Alcuni hanno termometri che ti consentono di regolare la temperatura e preparare ricette eccellenti per tutta la famiglia o gli amici.

Hai infiniti modelli di griglie che puoi adattare alle tue esigenze di spazio, posizione ed estetica del tuo ambiente.

Come usare correttamente una griglia a gas?

È facile cucinare con una griglia a gas? Bene, non è difficile, ma per preparare i tuoi migliori arrosti devi prendere in considerazione alcune cose. Qui ti mostriamo alcune regole di base per cucinare con una griglia a gas:

Pulire la superficie di cottura con un pennello o un utensile adatto per eliminare i resti di grassi ed alimenti dovuti ad usi precedenti. In caso contrario, le griglie successive potrebbero non venire con i sapori giusti.

Se la tua idea o ricetta prevede di spalmare il cibo che stai per cucinare con olio o qualche tipo di marinata, fallo direttamente sul cibo prima di posizionarlo sulla superficie di cottura. Non aggiungere le marinature zuccherate direttamente sulla superficie della griglia in quanto possono bruciare.

Per ottenere una cottura uniforme ed evitare di bruciare le pietanze, può essere necessario girare il cibo sulla griglia, anche più volte. Soprattutto, dovresti tenere a mente che diventerai un cuoco esperto della griglia solo con la pratica.

Utilizzare gli utensili adeguati per maneggiare il cibo durante il processo di cottura. Ci sono diversi utensili accessori che puoi trovare, ma non fare mai il barbecue senza una buona pinza.

Una volta terminata la cottura dei cibi previsti, lasciare funzionare la griglia per qualche altro minuto e pulirne la superficie di cottura, dopo averla spenta. Ciò renderà più facile la pulizia della griglia in modo da essere pronti per i pasti successivi.

Spegnere le manopole del bruciatore sottostante la griglia e chiudere l’alimentazione del gas. Fatto essenziale noto a tutti che non fa mai male ricordare.

E se la griglia ha un coperchio, lasciarla aperta fino a quando non si raffredda completamente. Una volta che è completamente fredda, puoi chiudere il coperchio.

È anche importante sapere per un uso corretto della griglia a gas, che è necessario posizionarlo in luoghi sicuri, sia all’interno che all’esterno della casa.

In breve, segui questi piccoli passaggi per avere la griglia sempre pronta e per migliorare leggermente gli arrosti. Qui ti lascio un video in cui si spiega come arrostire su una griglia a gas.

 

Griglie a gas per tipo di materiale

Pietra vulcanica

Per questo tipo di griglie, la fiamma del gas riscalda le pietre laviche sopra di sé. Una volta che le pietre laviche sono calde, emettono un calore intenso e omogeneo che ti permetterà di cucinare tutti i tipi di cibo nel modo più sano che puoi immaginare.

Cos’è la pietra lavica?

Le pietre laviche sono pietre porose, naturali di origine vulcanica. L’aspetto simile a quello che è comunemente noto come “pietra pomice”. Sono la fonte di calore usata dalla piastra per cucinare. La composizione porosa consente di assorbire tutti i grassi e i liquidi che fuoriescono dal cibo, distribuendo in modo omogeneo il calore che cucinerà il cibo.

Le pietre laviche si riscaldano in 10 o 15 minuti. Possono essere riutilizzate più volte. È consigliato ruotare le pietre ogni 4 o 5 utilizzi per ottenere una maggiore durata e sostituire le pietre più danneggiate una volta all’anno o in relazione all’uso.

Probabilmente alcune bistecchiere a gas possono essere più costose, ma a lungo termine sono molto più redditizie. Se vuoi ottenere il massimo da una griglia e che il cibo sia delizioso, questa è l’opzione migliore.

Ghisa

Permette di cuocere in modo veloce e senza l’aggiunta di grassi, quali olio, strutto o burro.

Un suo pro è associato da sempre alla cottura uniforme e gustosa della carne ma anche di altri alimenti come le verdure, ottime alla griglia.

Un altro pro è la sua superficie ondulata cosí i succhi colano sul fondo e non restano a contatto con il cibo.

Ha una forma ideale rettangolare con i bordi alti per limitare schizzi. L’altezza del bordo è importante e dovrebbe essere almeno di 0,5 cm.

Il manico della bistecchiera deve essere ergonomico, stabile per una presa salda e non deve surriscaldarsi durante la cottura.

Un contro è il suo peso e nella versione non smaltata è sensibile ai graffi e agli sbalzi termici, quindi bisogna fare attenzione e assicurarsi che siano completamente fredde, per evitare uno shock termico.

Pietra ollare

Un materiale come la pietra ollare, trattiene il calore accumulato per un tempo davvero lungo. Vi è una totale assenza di fumo e cattivi odori. Una bistecchiera di buona qualità ha una pietra ollare di almeno 2 cm di spessore. All’aumentare dello spessore corrisponde una maggior efficienza. Si scalda più lentamente e si raffredda più lentamente.

A differenza di quelle in ghisa la bistecchiera presenta una superficie più liscia. Più adatta a cucinare alcuni tipi di cibi più delicati per i quali vogliamo mantenere i succhi.

La pietra è più delicata, bisogna evitare urti e cadute. Inoltre per pulirla è sconsigliato l’uso di detersivi, essendo una pietra porosa potrebbe assorbire odori e sostanze non gradevoli.

Misto

Ultimamente stanno riscuotendo un gran successo anche le bistecchiere in alluminio con rivestimento antiaderente, un materiale ad alta conduzione di calore, e poi riverstite con materiali come pietra lavica, ceramica, granito, terracotta. Con grande vantaggio per il minor peso rispetto a quelle in ghisa o in pietra e quindi una migliore maneggevolezza.

Acciaio inox

presenta per forza di cose costi maggiori. Il motivo? Pur trattenendo meno calore rispetto alla ghisa, si caratterizza per una maggiore resistenza e per la scarsa manutenzione.

Le Migliori scelte su Amazon:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *